fbpx
emac

Sono passati più di 20 anni da eMac

Il 29 aprile 2002, Apple ha introdotto l’eMac, un computer desktop basato sull’iMac ma con un aspetto e una tecnologia meno costosi per ridurre i costi per il settore dell’istruzione.

Nel mese del lancio di eMac, Steve Jobs ha dichiarato: “I nostri clienti scolastici ci hanno esortato a progettare un computer desktop appositamente per loro”. “Il nuovo eMac ha un CRT piatto da 17 pollici e un veloce processore G4, ma ha ancora la piccola scocca all-in-one che gli educatori apprezzano”.

L’eMac ha un design simile all’iMac di prima generazione, sebbene sia bianco, di dimensioni maggiori e più pesante del precedente G3, con un peso di 23 kg.

eMac aveva un monitor CRT a schermo piatto da 17 pollici (430 mm), un processore PowerPC G4 da 700 o 800 MHz, grafica Nvidia GeForce2 MX e un sistema audio da 18 watt.

Il dispositivo Apple era destinato principalmente al mercato di massa, sostituendo infine l’iMac G3 come Macintosh entry-level dal 2003 al 2005, mentre l’iMac G4 è stato commercializzato come opzione premium per tutta la durata della linea eMac. Sebbene siano stati lanciati fianco a fianco, l’eMac e l’iMac G4 avevano entrambi prestazioni e caratteristiche identiche. Nel 2005 e nel 2006, l’eMac è stato infine sostituito dall’iMac G5.

L’eMac era inizialmente disponibile solo per le istituzioni educative, con costi a partire da $ 1.099. Apple ha quindi ridotto il costo a $ 999 e ha reso la macchina disponibile al pubblico. Nel luglio 2006, quando Apple ha sostituito l’eMac con una versione dell’iMac G5 che poteva essere utilizzata solo nelle scuole, è stato ufficialmente messo fuori servizio.

Un certo numero di dispositivi eMac ha sperimentato “Raster Shift”, un evento bizzarro in cui il terzo inferiore o la metà del display diventa nero, con il resto dell’immagine che si sposta verso l’alto e fuori dal limite superiore dello schermo. Il problema è caratterizzato da una forte statica, che rende la parte visibile dello schermo sostanzialmente priva di valore. Apple ha risposto offrendo un rimedio che prevedeva la sostituzione di un cavo video all’interno del caso dell’eMac.

Torna su